pizzi lucio consiglio domo ottobre11

DOMODOSSOLA 21-04-2015 - "CHiamparino a Report ha parlato di 'Quadrante' citando il Vco, significa

che ci dobbiamo scordare la tanto sbandierata autonomia?". E' la domanda che il consigliere provinciale Lucio Pizzi pone attraverso un'interpellanza indirizzata al presidente Costa. "Nella popolare trasmissione di Rai 3 Chiamparino si è riferito espressamente all'accorpamento delle province di Biella, Vercelli, Novara e Verbano Cusio Ossola (citandola espressamente) in un'unica area vasta, battezzandola 'quella del Nord Est'" continua Pizzi che chiede a Costa lumi sulla situazione 'specificità' e sulle dichiarazioni di Chiamparino.

Ecco il comunicato del consigliere provinciale:

“Dopo l'effluvio di comunicati stampa di Reschigna, Borghi e Costa, almeno sull'autonomia del VCO pensavamo di poter stare tranquilli: invece il mitico Chiamparino ne ha fatta un'altra delle sue. Dopo esser venuto in Ossola per non parlare del DEA eccolo comparire su Rai Tre - alla nota trasmissione “Report” dedicata all'agonia delle province e dei servizi ai cittadini – ed eccolo dichiarare chiaramente che la Provincia del VCO confluirà nell'Area vasta di quadrante insieme a Novara, Biella e Vercelli. Altro che Provincia specifica! Altro che specificità montana! L'Ossola perderà i suoi uffici che viaggiano verso le risaie vercellesi e novaresi: quali servizi dobbiamo perdere ancora? Dove andranno i Centri per l'Impiego? La Camera di Commercio? La gestione delle nostre acque? Il PD cosa vuole toglierci prossimamente oltre al DEA di Domodossola? Ma soprattutto non vorremmo che i soliti volponi della politica sappiano già tutto, così come sta succedendo per la sanità, e lavorino per svendere il territorio perseguendo insensate politiche di accentramento che nulla hanno a che vedere con le istanze di autonomia delle sue genti. Per questo motivo ho ritenuto doveroso rivolgere un'interpellanza urgente al Presidente della Provincia affinchè si faccia chiarezza in merito a questa politica bifronte che sul territorio ci racconta la frottola della legge sulla specificità mentre a Torino lascia mano libera agli interessi centralistici. Se qualcuno dei pezzi da novanta della politica locale pensa di prendere in giro i cittadini su temi importanti come la salute, il lavoro, l’acqua, ecc. a vantaggio di gestioni esterne e lontane, sappia che non troverà la strada spianata se non dai paggetti di partito”.

Il Consigliere Provinciale Lucio Pizzi

Ecco il testo dell'interpellanza:

C.A.

PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA

Egregio Sig. Presidente,

nella puntata della trasmissione televisiva “REPORT” in onda su Rai Tre il giorno 19 aprile u.s. - puntata dedicata alla grave situazione in cui versano le Province, le relative funzioni, i dipendenti e all'impatto della loro trasformazione voluta dal Governo Renzi e dal Ministro Delrio sui servizi ai cittadini (servizi ai disabili, centri per l'impiego, viabilità stradale, ambiente, formazione professionale, etc...) - è stata resa pubblica un'intervista al Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino.

Nell'ambito di tale intervista il Presidente Chiamparino, ha comunicato con disarmante chiarezza che nella Regione Piemonte esisteranno in futuro solo quattro (n.4) “aree vaste” in sostituzione delle precedenti Province Piemontesi.

In particolare si è riferito espressamente all'accorpamento delle province di Biella, Vercelli, Novara e Verbano Cusio Ossola (citandola espressamente) in un'unica area vasta, battezzandola “quella del Nord Est”

Tali affermazioni, rese peraltro “coram populo” alla seguitissima trasmissione della dr.ssa Gabanelli e a tutta l'Italia, contraddicono clamorosamente il percorso della specificità montana che solo pochi giorni addietro è stato sbandierato come risultato acquisito dal Vicepresidente della Regione Piemonte Reschigna, nonché dall'onorevole Enrico Borghi, per tacere dello stesso Presidente della Provincia del VCO.

E' di tutta evidenza infatti come la concezione di un quadrante generale per l'erogazione dei servizi si scontri con un’ovvia realtà: ciò che è ampio e generale non può essere specifico.

Per questi motivi si interpella il Sig. Presidente per sapere:

- Se questa Provincia tramite i suoi rappresentanti tecnici o politici ha partecipato a riunioni in cui si è parlato di “Quadrante del Nord Est”

- Che tipo di funzioni eserciteranno i quadranti

- Se è vero che alla Provincia del VCO in quanto specifica spetterà solo la funzione residuale del “patrimonio sentieristico”

- Se è vero che ad oggi non vi è ancora nessuna certezza riguardo il passaggio del personale provinciale nei ruoli regionali, notizia questo molto preoccupante

- Se tra le scellerate intenzioni accentratrici relative al quadrante ci dovrebbe essere anche l’assorbimento della funzione del Servizio idrico integrato, dato inaccettabile perché questo priverebbe di fatto l'ideale dell'autonomia della propria essenza nonchè della stessa ragione che ha portato il territorio a proporre la specificità montana: la risorsa idrica quale ricchezza del nostro territorio.

- A che punto sia la vertenza tra Regione e Provincia per il riconoscimento dei canoni idrici.

Domodossola, 20 aprile 2015

Il Consigliere Provinciale Lucio Pizzi

cliccaok

I più letti del mese

Copyright © 2020 Ossola News. All Rights Reserved. ULTRAVOX SRL Domodossola (VB) P.IVA 02344090036

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze ed in alcuni casi per inviare messaggi pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information