somelier rosmini

DOMODOSSOLA 18-03-2016 - Anche l’Istituto Alberghiero Mellerio Rosmini di Domodossola fra i protagonisti della XXVIII edizione del Concorso Miglior Sommelier Junior 2016, indetto da Associazione Italiana Sommelier. La gara si è svolta il 15 marzo nello splendido scenario della Tenuta Il Borro, in provincia di Arezzo, Relais & Chateaux di proprietà della nota famiglia della moda Ferragamo. L’allievo della scuola domese Pietro Cardani è stato selezionato per la semifinale in terra toscana tramite una rigida prova di preselezione avvenuta in istituto: a questa prima fase hanno partecipato ben 500 studenti da tutta Italia e solo 20 (10 under 16 anni, 10 over 16) hanno poi avuto accesso alla vera e propria prova di concorso. Questa è consistita in una verifica scritta su enologia italiana e internazionale, distillati e cocktails; una prova di degustazione orale commentata di un vino e una prova di servizio. La somma dei punteggi ha poi decretato nello stesso giorno i tre concorrenti per la finalissima nelle categorie “under” e “over”, conclusasi quest’ultima dopo una prova pubblica di decantazione di un vino del Borro con la vittoria dell’Alberghiero di Chatillon, il secondo posto della Scuola Alberghiera di Gallarate e il terzo dell’Alberghiero Rosmini, con appunto Pietro Cardani del IV anno sala e vendita, accompagnato e seguito dal docente Damiano Oberoffer. Fra i membri della Commissione giudicatrice il Responsabile Nazionale Concorsi AIS Cristiano Cini e Luca Martini, Miglior Sommelier del Mondo 2013 nonché Wine Ambassador per la Tenuta Il Borro. Un altro ottimo risultato per l’Istituto di Domodossola - a neanche una settimana dal secondo posto al Concorso “Dolce Cannero” -, già proiettato verso il Campionato Italiano Barman che si terrà a Viareggio in aprile, promosso dalla Federazione Italiana Barman.

Copyright © 2017 Ossola News. All Rights Reserved. ULTRAVOX SRL Domodossola (VB) P.IVA 02344090036

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze ed in alcuni casi per inviare messaggi pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information